Ricostruzioni estetiche in composito delle superfici esterne dei denti anteriori

PARTE 1

Ricostruzioni estetiche delle superfici esterne dei denti anteriori.

L’odontoiatria moderna ricostruttiva di oggi, permette non solo di ricostruire la parte mancante del dente, ma da anche l’opportunita’ di cambiare forme e colori dei denti senza grandi interventi sui denti stessi. Tutto questo e’ possibile grazie ad un materiale chiamato: composito bianco.

Indicazioni

Ricostruzioni estetiche –le ricostruzioni estetiche in composito sono indicate nei seguenti casi:

migliorare il colore dei denti (denti gialli, denti scuri, denti macchiati)

migliorare le forme dei denti (denti storti, denti fratturati)

• allineare la posizione dei denti

• chiudere gli spazi tra i denti

• eliminare macchie dentali/otturazioni macchiate

• coprire i colletti dei denti (denti gialli, denti sensibili)

eliminare le carie e creare le forme dei denti naturali

Vantaggi

Esistono tantissimi vantaggi del composito bianco ad esempio:

• materiale esteticamente migliore dei precedenti

materiale biocompatibile e molto resistente

• tempo di realizzazione breve, anche una sola seduta

• ogni ricostruzione puo’ essere successivamente modificata

• e’ piu’ economico rispetto alle faccette in ceramica

nessun dolore o fastidio per il paziente

• materiale che possiede tante sfumature grazie alle quali si puo’ ottenere un risultato naturale ed esteticamente perfetto

 

Le varie sfumature del composito bianco aiutano creare otturazioni estetiche e naturali.

 

Un caso di studio

Un nostro paziente – voleva migliorare esteticamente i denti anteriori superiori, togliere vecchie otturazioni macchiate, e migliorare la forma dei denti. Per raggiungere tale obiettivo si e’ deciso di usare del composito bianco.

Lavoro eseguito dalla Dott.ssa Edyta Nowakowska

Per qualsiasi esigenza contattaci allo 06 767 4294. Il Gruppo Oris – Centro Odontoiatrico è sempre a tua disposizione per risolvere qualsiasi evenienza! Non esitare contattarci!
Ti aspettiamo in via Lucio Sestio 27.



I commenti sono chiusi.